" Eid Mubarak "

Ieri, come ogni anno, il cortile della CGIL in via Crociferi, è diventato una Moschea all'aperto per la preghiera di fine Ramadan.

Il mese del digiuno e del sacrificio è finito come sempre con un tappeto colorato di persone che all'unisono pregavano e ringraziavano Dio. Nello sfondo la barca che la rete del rifugiato ha donato alla comunità in occasione della scorsa giornata mondiale del rifugiato. Coloro che non sono arrivati mai sulle nostre spiagge erano presenti grazie a quel simbolo semplice e potente che è una barca di legno.

Famiglie UCRAINE A Catania

L’assessorato comunale ai servizi sociali retto da Giuseppe Lombardo insieme alla Prefettura, alla croce Rossa e alla rete di solidarietà catanese ha coordinato le attività di accoglienza dei primi profughi ucraini giunti ieri nella città di Catania, secondo gli indirizzi programmati dal Ministero dell’Interno. Nel pomeriggio di ierii nell'aeroporto di Catania  è arrivato un pullman con 10 nuclei familiari composti da tutori e minori, per un totale di 24 persone.

BANDIERE E SLOGAN AL POSTO DEI MURALES A KABUL

Slogan islamici e bandiere dei talebani al posto dei murales. I segni del regime talebano sono già visibili per le strade di Kabul. Gli studenti coranici hanno cancellato i murales della capitale afghana per sostituirli con i dipinti delle loro bandiere e slogan della propaganda islamica. Negli ultimi vent'anni, colorati murales sono spuntati dappertutto a Kabul, raffigurando i temi più svariati, dall'uccisione di George Floyd negli Stati Uniti all'annegamento dei rifugiati afghani in Iran alla firma dell'accordo Usa-talebani per la pace.

Talebani a Kabul , vent'anni indietro

Il mondo si è distratto ed è rotolato indietro di vent'anni. La notizia che Kabul sia di nuovo in mano ai Talebani, sicuramente lascia molte persone indifferenti."Sono lontani", "quesi paesi sono così" o semplicemente neanche se ne parla.E invece è una vera tragedia. È finito tutto, è finita la libertà che uomini e donne arrancavano a mantenere dopo averne ottenuto in briciole, le donne avranno la peggio... gli uomini, che non si adatteranno al nuovo potere verranno uccisi e diventeranno quindi loro stessi carnefici e carcerieri delle proprie donne,figlie, madri...

Giornata mondiale del rifugiato 2021

Venerdì 25 Giugno, dopo due anni per tutti i motivi a noi ben noti, la rete del rifugiato coordinamento Catania torna tra la gente per ricordare insieme e celebrare la giornata mondiale del rifugiato. In un modo molto più semplice ma che speriamo possa lasciare il segno in tutti noi. La location sarà il cortile della CGIL ,in via Crociferi 40.Anch'esso luogo importante per i rifugiati e migranti che transitano da Catania .Gli ingressi saranno regolamentati per un massimo di 30 persone circa alla volta.

Pagine

Abbonamento a Rete del rifugiato RSS